ilgiornaledelsud.com

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Donna fa causa all’hotel Ritz-Carlton per “acqua contaminata dallo sperma”

Una donna che ha desiderato rimanere anonima ha fatto causa al rinomato hotel di lusso “Ritz-Carlton”. La sua accusa: durante la sua permanenza è stata servita con una bevanda disgustosa che lei descrive come “acqua contaminata da sperma”. Il soggiorno era stato originariamente previsto come un rilassante fine settimana di compleanno. La donna riferisce di aver notato un gusto insolito dopo il primo sorso dalla bottiglia recante il logo dell’hotel. Lo ha attribuito alla possibile contaminazione dell’acqua con lo sperma. L’hotel nello stato americano della California si rifiuta di rilasciare i risultati di laboratorio sulla bottiglia in questione, come riportano i media. La causa, che da allora è stata intentata, accusa l’hotel a cinque stelle Ritz-Carlton Half Moon Bay di aver abusato e sfruttato sessualmente di lei facendo manipolare l’acqua da un dipendente dell’hotel. L’evento traumatico ha costretto la donna alla terapia lasciandola con il timore di possibili malattie sessualmente trasmissibili. Il “Ritz-Carlton” ha risposto alle accuse con un’offerta che la donna ha definito inadeguata. Sono stati offerti solo alcuni punti premio per prenotazioni future. Tuttavia l’hotel, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ha ostacolato le indagini rifiutandosi di rilasciare i risultati di laboratorio e di fare esaminare la bottiglia contaminata. Ciò ha reso difficile identificare il sospetto autore e verificare il suo passato.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento

Devi eseguire il login per inviare un commento.