header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Ragusa: Controlli a tappeto della Polizia di Stato

Nell’ambito dei servizi di prevenzione e controllo del territorio predisposti dal Questore di Ragusa, con particolare riferimento ai soggetti gravati da precedenti di polizia, si comunica che nella giornata di ieri, personale della Polizia di Stato della Squadra Mobile di Ragusa ha effettuato una perquisizione domiciliare nei confronti di un pluripregiudicato ragusano di anni 35, da diverso tempo orbitante nel mondo degli stupefacenti. Tale controllo di polizia sortiva l’effetto sperato poiché gli Agenti operanti rinvenivano e sequestravano diversi contenitori allocati in varie zone dell’abitazione, contenenti rispettivamente hashish, cocaina e marjuana nonché due bilancini di precisione, solitamente utilizzati al fine di suddividere in dosi lo stupefacente. Nel corso dell’atto di p.g. venivano inoltre, rinvenute due casse acustiche, sulla provenienza delle quali il trentacinquenne non riusciva a fornire valide giustificazioni. Pertanto, rilevati i numeri seriali delle citate casse, si accertava che le stesse erano state trafugate il decorso 7 Gennaio all’interno della chiesa della “ Beata Maria Vergine di Lourdes” di San Giacomo. Veniva pertanto invitato il sacerdote della citata chiesa che riconosceva senza ombra di dubbio le casse acustiche come quelle asportate e nel medesimo contesto gli venivano restituite. Inoltre il personale operante durante il controllo notava che il contatore Enel all’interno dell’abitazione risultava staccato, pur essendoci le luci accese. A seguito di una piu’ accurata verifica, in effetti si riscontrava che al contatore erano collegati dei fili elettrici provenienti dall’esterno. Il tutto veniva puntualmente confermato dai tecnici dell’Enel fatti intervenire sul posto, unitamente ai quali si rimuoveva il collegamento abusivo, sequestrando i conduttori di rame usati dal malvivente. Per le risultanze su esposte, il suindicato soggetto veniva deferito alla locale A.G. per i reati suindicati, restando in attesa delle determinazioni che la stessa riterrà opportuno adottare

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.


 mondosalento.com