header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Quattro fondazioni lanciano un bando per dare ai giovani nuove opportunità di lavoro

Stanziati 600mila euro per onlus e attività di imprenditorialità sociale destinate all’inserimento lavorativo di giovani, anche pugliesi, in situazione di disagio sociale.

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il 31 ottobre 2013.

 È sempre più difficile per i giovani inserirsi nel mondo del lavoro: gli ultimi dati Istat hanno registrato nella provincia di Bari un tasso di disoccupazione dei giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni pari al 46,1%, superiore a quello della provincia di Foggia del 44% e Lecce del 43,8%; segue poi la provincia di Taranto dove si attesta intorno al 37,7%, di poco superiore al dato della provincia di Brindisi pari al 37,3%.

È pari al 21,5% la media dei giovani disoccupati della stessa fascia d’età della provincia della BAT, dato confortante rispetto alla media pugliese (41,5%) e nazionale (39,5%).

Maggiori le difficoltà per chi ha abbandonato gli studi, per chi è affidato ai servizi sociali per situazioni familiari critiche, per chi è affetto da disabilità psichiche o fisiche, per chi è disoccupato di lunga durata. Per questo quattro fondazioni private italiane, Fondazione “aiutare i bambini”, Fondazione San Zeno, Fondazione UMANA MENTE e UniCredit Foundation impegnate da anni in quest’ambito, per la prima volta, fanno fronte comune unendo risorse ed esperienze con l’obiettivo di offrire nuove opportunità di lavoro in tutta Italia a 120 giovani in situazione di disagio sociale.

I fondi messi a disposizione dalle quattro fondazioni, pari a 600mila euro, serviranno a sostenere l’inserimento lavorativo di giovani di realtà produttive del loro territorio di residenza o attività di imprenditorialità sociale che favoriscano l’occupazione giovanile.

I beneficiari dovranno avere un’età compresa tra i 16 e i 29 anni. I fondi verranno distribuiti attraverso un bando, nominato significativamente “Occupiamoci!”, rivolto esclusivamente a organizzazioni senza scopo di lucro costituite da almeno tre anni (tra cui cooperative sociali, enti di formazione professionale, imprese sociali). I progetti presentati saranno valutati dai promotori secondo precisi parametri. I progetti accolti saranno poi classificati in tre graduatorie distinte a seconda dell’area geografica di realizzazione degli interventi (Nord, Centro e Sud Italia). I progetti vincitori riceveranno un finanziamento a fondo perduto: massimo 35mila euro per progetto in caso di inserimenti lavorativi in realtà produttive e massimo 60mila euro per progetto in caso di sostegno ad attività di imprenditorialità sociale.

Le domande vanno presentate entro il 31 ottobre. Il bando e tutte le informazioni necessarie per partecipare saranno consultabili on line a partire dal 30 settembre sui siti internet delle quattro fondazioni promotrici: www.aiutareibambini.it; www.fondazionesanzeno.org; www.umana-mente.it; www.unicreditfoundation.org.

Le fondazioni promotrici ringraziano la società Adecco per la consulenza offerta pro bono in fase di revisione del testo del bando.

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.


 mondosalento.com