header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

PRESENTAZIONE DELLA “GIORNATA DEI CATECHISTI”

(VIS). Questa mattina, presso la Sala Stampa della Santa Sede, l’Arcivescovo Salvatore Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, ha presieduto la conferenza stampa di presentazione della “Giornata dei Catechisti” (28-29 settembre 2013) nell’ambito dell’Anno della fede. La conferenza stampa sarà preceduta, (26-28 settembre), dal Congresso Internazionale di Catechesi. Alla conferenza stampa sono intervenuti il Vescovo José Octavio Ruiz Arenas, Segretario del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione ed il Monsignor Graham Bell, Sotto-Segretario del medesimo Pontificio Consiglio.

“Tra le competenze del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, che al suo nascere era incaricato tra l’altro di promuovere il Catechismo della Chiesa Cattolica – ha detto l’Arcivescovo Fisichella – si è aggiunta di recente anche la giurisdizione su tutta la catechesi. L’impegno è considerevole soprattutto se si pensa al forte legame che a partire dal Concilio hanno avuto la catechesi e l’evangelizzazione come una sua tappa qualificante”.

L’Arcivescovo Fisichella ha annunciato che nelle prossime settimane sarà a disposizione gratuita degli utenti una App ‘Catechismo della Chiesa Cattolica’ per tablet e smartphone “che permetterà di avere a portata di mano sia il Catechismo della Chiesa Cattolica come il suo Compendio con la possibilità e facilità di consultazione dei testi, dei riferimenti biblici, della ricerca dei termini in questione e dei testi di riferimento, con l’opportunità di un loro trasferimento via facebook, twitter e altro”.

“Un primo momento di questo evento sarà dedicato al Consiglio Internazionale per la Catechesi che si svolgerà il 25 settembre. Compito di questo Consiglio è quello di studiare le più importanti questioni della catechesi per favorire un servizio unitario alle Conferenze episcopali e permettere lo scambio di esperienze tra gli operatori della catechesi. Il 1 ottobre del 2012 questo Consiglio, istituito da Paolo VI nel 1973, è stato rinnovato e avrà come suo primo compito quello di verificare la situazione della catechesi nel mondo in questo ultimo decennio e progettare il nuovo impegno che ne deriva per il suo nuovo legame con l’evangelizzazione”.

“Farà seguito il Congresso internazionale di catechesi che si svolgerà nell’Aula Paolo VI dal 26 al 28 settembre. La tematica che verrà sviluppata farà riferimento in modo particolare alla prima parte del Catechismo della Chiesa Cattolica sul tema della fede. (…)

Durante queste giornate – alle quali partecipano 104 delegazioni provenienti da 50 paesi per un totale di 1.600 persone – si alterneranno diversi relatori provenienti da diversi centri accademici. Momento peculiare sarà la catechesi che verrà offerta da Papa Francesco il venerdì pomeriggio, 27 settembre, alle ore 17:00”.

La terza tappa (28-29 settembre) prevede il tradizionale pellegrinaggio alla Tomba di Pietro e la catechesi unita al momento della celebrazione del sacramento della riconciliazione e l’Adorazione Eucaristica. “Saranno coinvolti per la catechesi 14 vescovi per le diverse lingue – ha precisato l’Arcivescovo Fisichella – Per il grande numero di partecipanti e per creare meno disagio alla città, abbiamo organizzato le catechesi nelle chiese intorno a san Pietro, dividendo i gruppi linguistici; per cui gli stranieri avranno la catechesi nel mattino mentre gli italiani nel pomeriggio. Molte parrocchie e tanti centri si stanno autonomamente organizzando per raggiungere Roma in questi due giorni (…). Il Santo Padre Francesco, celebrerà la Santa Eucaristia la domenica alle ore 10.30 che sarà seguita dal rituale Angelus in Piazza san Pietro”.

“Tutto questo evento nella sua globalità – ha concluso l’Arcivescovo Fisichella – avrà come tema caratterizzante l’espressione: ‘Il catechista testimone della fede’. Quanti, infatti, sono chiamati ad assumere la grande responsabilità in questa fase della trasmissione della fede, sanno che la testimonianza di vita è elemento privilegiato per la credibilità della loro missione”.

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.


 mondosalento.com