header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

“Plasma Physics by Laser and Applications” (PPLA2013) è il titolo della conferenza internazionale in programma dal 2 al 4 ottobre 2013

“Plasma Physics by Laser and Applications” (PPLA2013) è il titolo della conferenza internazionale in programma dal 2 al 4 ottobre 2013 presso il Rettorato dell’Ateneo salentino (piazza Tancredi 7, Lecce). La conferenza, di periodicità biennale e organizzata dalle Università del Salento, di Messina e di Pisa, sarà l’occasione per presentare i risultati più recenti della ricerca nel settore dell’utilizzo di laser di alta intensità e di plasmi in non-equilibrio.

«In particolari condizioni», spiega il professor Vincenzo Nassisi, «gli ioni presenti in tali plasmi vengono focalizzati e accelerati a elevatissime energie. Ciò fa prevedere la possibilità di utilizzare questi meccanismi per sostituire i tradizionali acceleratori di particelle e per produrre applicazioni all’avanguardia in diversi settori scientifici, tecnologici e industriali. Tra le numerose applicazioni che destano interesse, quelle più innovative che permettono di accelerare fasci di protoni e di carbonio per la terapia dei tessuti tumorali, quelle che permettono la fusione tra atomi leggeri per generare energia nucleare pulita e quelle che studiano i meccanismi legati al trattamento di materiali e di dispositivi nel campo della microelettronica. Applicazioni dei fasci nei settori dei beni culturali, dell’ambiente, dei materiali e della clinica saranno presentati e discussi».

Parteciperanno all’evento ricercatori di fama internazionale provenienti da diversi paesi, che presenteranno i risultati di recenti esperimenti tenuti in grandi laboratori di ricerca come il PALS di Praga, l’IPPLM di Varsavia, il LULI di Parigi, il CPP di Belfast e il RAL di Oxford. «Le Università italiane saranno tutte rappresentate», sottolinea Nassisi, «a dimostrazione della capacità di mantenere la ricerca ad alto livello nonostante le problematiche affrontate dal Paese. La presenza di dottorandi di ricerca, di ricercatori e di studenti nel settore testimonia la capacità che i nostri Atenei ancora mostrano nel formare professionisti ad alto livello internazionale».

Durante il Convegno verrà conferito a un giovane ricercatore nel settore dell’interazione laser-materia e dei plasmi un premio dedicato alla memoria di Leos Laska, ricercatore recentemente scomparso dell’Accademia delle Scienze della Repubblica Ceca di Praga, che per anni ha collaborato soprattutto con le Università di Messina e di Lecce.

La Conferenza è organizzata dai professori Vincenzo Nassisi, Lorenzo Torrisi e Danilo Giulietti dei Dipartimenti di Matematica e Fisica di Lecce, di Fisica di Messina e di Fisica di Pisa. Gli atti della conferenza saranno pubblicati su una rivista scientifica internazionale americana.

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.


 mondosalento.com