header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Napoli: Operazione Wine Black – Sgominata organizzazione dedita al contrabbando di vino

Dall’alba di oggi militari del Comando Provinciale G. di F. di Napoli – Nucleo di Polizia Tributaria in collaborazione con funzionari de li’ Agenzia delle Dogane ed il supporto di numerosi Reparti territoriali del Corpo stanno eseguendo in varie regioni della penisola venti ordinanze di misure cautelari personali – emesse dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica, Sezione Reati di Criminalità Economica – nei confronti dei componenti di un articolato sodalizio criminoso a carattere transnazionale, operante in Italia ed all’estero, dedito al contrabbando internazionale di vino e prodotti alcoolici, all’emissione ed utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti, a false esportazioni, truffa, falso, riciclaggio ed evasione di imposta in materia di accise.

Un giro di “malaffare” per oltre cinquanta milioni di Euro, che è stato realizzato da un sodalizio criminoso con iniziale “base operativa” in Campania ed operante in Italia, Inghilterra, Francia, Belgio, Germania, Polonia e Slovenia: ciò ha indotto il G.I.P. a disporre anche il sequestro preventivo di sei aziende per il valore di circa venti milioni di Euro ed il sequestro per equivalente per circa trenta milioni di Euro nei confronti di molti degli indagati.

Le complesse investigazioni, svolte con la costante collaborazione dell’Agenzia delle Dogane nonché dei collaterali organi comunitari, a partire da quelli tedeschi, hanno consentito di accertare, anche con l’ausilio di indagini tecniche, l’esistenza di un articolato sistema di frode.

L’organizzazione criminale, avvalendosi di società produttrici italiane e di compiacenti acquirenti stranieri, realizzava un’illecita attività di intermediazione commerciale, consentendo, attraverso la propria capillare e sperimentata rete di connivenze, l’immissione in consumo – in totale contrabbando – di prodotti alcoolici e di vino per milioni di litri, soprattutto in altri Paesi dell’Unione Europea, ove è vigente, non ultimo per ragioni pseudo-protezionistiche di tipo sociale, un’aliquota di accise molto più elevata.

Si consideri che solo in Italia, ove esiste nello specifico settore una tassazione di proiezione media rispetto agli altri Stati Membri, grava un’accisa pari ad Euro 8,000 l per ogni litro anidro di alcool: si è accertato che decine di milioni di litri di prodotto sono stati consumati in frode.

Le operazioni illecite erano sistematicamente poste in essere anche attraverso l’emissione di fatture per operazioni inesistenti, false esportazioni, falsificazione di documentazione accompagnatoria dei prodotti ed il coinvolgimento di operatori compiacenti, con reale destinazione del prodotto verso altri acquirenti.

Particolarmente utile è stata la sinergia investigativa con autorità doganali e di Polizia di paesi europei, attuata con costante scambio di informazioni e riunioni di coordinamento presso la Procura della Repubblica di Napoli.

Tanto al fine di colpire l’illecita pratica del contrabbando nazionale e internazionale di prodotti soggetti ad accisa, imposta non armonizzata, terza per gettito nel patrimonio erariale nazionale e prima per quello effettivo, mediante immissione in consumo in frode, acquisti e vendite “in nero”, fatture per operazioni inesistenti, contrabbando, riciclaggio, falso, truffa, false cessioni intracomunitarie e false esportazioni.

Per le aziende sottoposte a sequestro preventivo è stato nominato un amministratore giudiziario al fine di consentire il prosieguo dell’attività economica e comunque per tutelarne i dipendenti.

Nel corso delle odierne perquisizioni presso i domicili degli indagati e le sedi delle società sottoposte a sequestro sono stati sequestrati l 0000,00 € in contanti, timbri falsi di dogane straniere e di varie aziende “per chiudere i documenti” nonché documentazione contabile di interesse investigativo.

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.


 mondosalento.com