header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

La Sostenibilità. Seminario ad Unisalento con Colacem

La prof.ssa Stefania Massari ha introdotto, agli studenti della Facoltà di Economia dell’Università del Salento, il seminario sulla Sostenibilità che si è tenuto lo scorso 9 maggio e che ha visto protagonisti il direttore comunicazione, dott. Massimiliano Pambianco, e il direttore dello stabilimento di Galatina, ing. Giovanni Vincenti, entrambi della società Colacem, terzo produttore italiano di leganti idraulici (cemento).   La tecnologia dei cicli produttivi, la sostenibilità, la responsabilità sociale delle imprese, i bilanci ambientali e della sostenibilità, i modelli di sviluppo economico sostenibile, rappresentano alcuni degli ambiti di studio che vedono la Facoltà di Economia di Lecce da tempo impegnata oltre che con la didattica anche con iniziative e convegni, promossi in particolare dalla prof.ssa Massari e dal prof. Paolo Leoci, anche lui intervenuto sui temi emersi durante il seminario.

L’importanza della presenza di un’azienda nell’università, è stato detto dai due docenti, risiede nel comprendere come nel concreto vengano tradotti i principi della sostenibilità. “Per questo va riconosciuto a Colacem l’impegno ad essere qui a raccontare le loro esperienze e ad esporsi alle nostre domande”.

Il dott. Pambianco ha sottolineato quanto sia importante il dialogo tra tutte le componenti di una comunità per crescere insieme in modo equilibrato ed armonico, così che si possa favorire la diffusione della “cultura sostenibile”. “Noi lo facciamo da tempo. Il nostro modo di operare va oltre il mero rispetto delle norme, cerchiamo di sviluppare progetti e modalità di lavoro ancora più avanzati”. Pambianco ha mostrato foto degli stabilimenti Colacem con qualche esempio concreto di trasformazione da vecchi impianti acquisiti a modernissime fabbriche “rispettose dell’ambiente e di chi ci lavora”. “La sostenibilità passa – ha ancora affermato Pambianco – per la qualità delle persone che fanno la Colacem: imprenditori seri e capaci, un’organizzazione dinamica e professionalmente preparata. Noi riusciamo a stare sul mercato, puntando sulla sostenibilità perché ci crediamo, da sempre, e perché lo dimostriamo con fatti che tutti possono constatare”. Da qui, l’ing. Vincenti, dopo aver illustrato il funzionamento di uno stabilimento per la produzione di cemento, ha mostrato esempi Colacem di coltivazione di cave per l’estrazione di calcare ed argilla, materie prime per ottenere cemento, secondo i principi di sostenibilità. “La nostra attenzione alle aree estrattive ed al loro corretto uso e riambientamento sono una delle basi su cui si è fondata la pubblicazione sul tema firmata Legambiente-AITEC, alla quale abbiamo partecipato attivamente. Tale pubblicazione individua cinque casi, presenti sul territorio nazionale, che ben esemplificano come progettazioni, gestioni, recuperi di cave o miniere dovrebbero essere condotti. Di questi cinque casi, due fanno riferimento a Colacem ed uno è proprio la nostra ex cava Lustrelle di Cutrofiano – Lecce, ormai parco pubblico con la presenza di un museo di conchiglie fossili”.

Il contenuto del seminario è stato stimolante se è vero che diversi interventi e domande sono venuti dal pubblico: studenti, cittadini, ed anche rappresentanti di associazioni ambientaliste.

Un dibattito interessante e di qualità che tutti i presenti hanno apprezzato, auspicando che altri appuntamenti possano essere messi in calendario nel prossimo futuro per toccare ed approfondire i fondamentali temi della sostenibilità.

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.


 mondosalento.com