header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

“Dal talento al lavoro”

UNIVERSITA’ LUISS GUIDO CARLI: arriva in Puglia “Dal talento al lavoro”, ciclo di seminari dedicati ai genitori degli studenti delle scuole superiori.

Prima tappa giovedì 28 febbraio a Lecce, con tre appuntamenti in collaborazione con i migliori licei della città, i docenti delle scuole e un team di professionisti dell’Orientamento.

Un modello inedito di dialogo tra professori e famiglie, per aiutare i più giovani nella scelta del futuro percorso di studi. Tutti i genitori sono invitati a partecipare.

 Giovedì 28 febbraio la città di Lecce sarà teatro di tre importanti appuntamenti in contemporanea, dedicati al mondo della scuola e dell’Università.

Arriva infatti anche in Puglia “Dal talento al lavoro”, ciclo di seminari di orientamento nati da una collaborazione tra l’Università Luiss Guido Carli e i più prestigiosi licei del territorio, e dedicati ai genitori degli studenti studenti iscritti agli ultimi tre anni delle scuole superiori.

A Lecce la prima tappa della regione Puglia, con tre appuntamenti che si svolgeranno in contemporanea, dalle 16.00 alle 18.00, in tre storici licei della città, che vedranno la partecipazione ciascuno di un docente locale impegnato nelle tematiche inerenti l’orientamento degli studenti: il Liceo Scientifico Cosimo De Giorgi con la Prof.ssa Alessandra Galizia, il Liceo Scientifico Banzi Bazoli con la Prof.ssa Elisabetta Leonetti e il Liceo Classico G. Palmieri – che sarà sede del test di ammissione alla LUISS del 18 aprile – con il Prof. Maurizio Rame

Obiettivo del Seminario, in cui docenti designati dai dirigenti scolastici faranno “orientamento” ai genitori degli studenti degli ultimi tre anni delle scuole superiori, è quello di facilitare il dialogo e lo scambio tra le due categorie di persone più importanti nella vita dei ragazzi, quando questi si accingono a compiere una scelta cruciale come quella del percorso di studi.

Decidere o meno se andare all’Università, e quale corso di studi intraprendere, deve essere una scelta responsabile e ragionata. Insegnanti e famiglie, oltre agli studenti, sono quindi i veri beneficiari di questa iniziativa.

Con l’ausilio dei docenti incaricati dell’orientamento in uscita degli Istituti superiori e di un team di esperti dell’Orientamento universitario selezionati dalla Luiss, i genitori potranno affrontare il tema nella sua complessità, con l’obiettivo di riconoscere il vero talento individuale dei propri figli e indurli a seguire e valorizzare le loro inclinazioni e attitudini.

I dati allarmanti sulla disoccupazione giovanile, l’alto tasso di abbandono degli studi universitari (18%) tra le matricole, e l’esercito di neodiplomati pentiti e “disorientati” (42%) che cambierebbe percorso di studi se ne avesse la possibilità, sono indicatori che fotografano il nostro paese e confermano l’assoluta necessità di un orientamento che parta da lontano, abituando gli studenti, sin dal terzo anno di liceo, a ragionare su se stessi in prospettiva.

Con l’incontro di giovedì 28 a Lecce, la LUISS metterà le competenze degli esperti a disposizione di genitori eprofessori, per fornire loro basi teoriche e pratiche per un supporto ancora più incisivo ai ragazzi, nel momento di una scelta così delicata.

Peraltro, Lecce è una delle tre città pugliesi in cui sarà possibile svolgere il test di ammissione alla LUISS del 18 aprile 2013.

Tutti i genitori di Lecce e provincia sono dunque invitati a partecipare. Informazioni su: www.luiss.it

LUISS Guido Carli, la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali costituisce oggi un punto di riferimento scientifico e culturale in Italia e all’estero per gli studenti interessati alle discipline economiche, manageriali, sociali e giuridiche.

Nel 2011 la LUISS si è classificata al primo posto tra gli Atenei non statali per le Facoltà di Scienze Politiche e Giurisprudenza e al terzo posto per quella di Economia (Fonte: Censis).

In LUISS il tempo medio per conseguire la Laurea Triennale è di 3 anni e 2 mesi, quello per la Laurea Magistrale di 2 anni e 2 mesi, mentre il tasso medio di abbandono degli studenti è lo 0% contro una media nazionale del 17% ( Fonte: Ufficio studi, statistiche e Affari generali LUISS) .

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.


 mondosalento.com