header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

COLLABORAZIONE COERENTE E RESPONSABILE PER UN FUTURO DISARMO NUCLEARE

(VIS). Ieri, a New York, l’Arcivescovo Dominique Mamberti, Segretario per i Rapporti con gli Stati, ha partecipato ad un incontro ad alto livello dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sul disarmo nucleare.

Il Presule ha espresso la preoccupazione della Santa Sede per la proliferazione di armi nucleari ed ha sottolineato che non si conseguirà nessun progresso se gli Stati possessori di armi nucleari continuano a detenere tali armi: “In base ai termini del Trattato di non proliferazione – ha affermato l’Arcivescovo Mamberti – agli Stati viene imposto di compiere sforzi ‘in buona fede’ per negoziare l’eliminazione delle armi nucleari. Possiamo dire che c’è ‘buona fede’ quando i programmi di modernizzazione degli Stati possessori di armi nucleari proseguono malgrado le loro dichiarazioni riguardo a un futuro disarmo nucleare?”.

“Adesso è imperativo che noi affrontiamo in modo sistematico e coerente i requisiti legali, politici e tecnici per un mondo libero da armi nucleari. Per questa ragione, dovremmo iniziare al più presto il lavoro preparatorio per una Convenzione o per un accordo quadro per un’eliminazione delle armi nucleari graduale e verificabile”.

“È ora di contrastare la logica della paura con l’etica della responsabilità – ha concluso l’Arcivescovo Mamberti – alimentando un clima di fiducia e di dialogo sincero, capace di promuovere una cultura di pace, fondata sul primato della legge del diritto e del bene comune, attraverso la cooperazione coerente e responsabile di tutti i membri della comunità internazionale”.

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.


 mondosalento.com