header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Europei di Chartres – Scozzoli d’oro nei 100 rana

Vince in 57″25 precedendo l’estone Aljand e il francese Perez Dortona. In testa sin dallo stacco, il forlivese regala il primo successo all’Italia. In corso le finali della seconda giornata

Il colpo che t’aspetti. Lo mette a segno Fabio Scozzoli, tra i protagonisti assoluti della rana mondiale dell’ultimo triennio. Il 24enne di Forlì vince i 100 in 57″25 (passaggio ai 50 in 26″94), precedendo l’estone Martti Aljand (57″75 – 27″04) e il francese Giacomo Perez Dortona (57″76 – 30″63) con una gara magistrale, condotta da protagonista consumato. Stacco in 61 centesimi, più reattivo di tutti i finalisti. Ottimo tuffo. Subito all’attacco fino al tocco vincente e al sorriso che comincia a cancellare la delusione olimpica. Del resto l’azzurro – tesserato per la Imolanuoto e seguito in sede da Cesare Casella e al centro federale di Verona dal tecnico federale e suo maestro di sempre Tamas Gyertyanffy – l’aveva dichiarato sin dalla vigilia: “Per me non esistono tappe di passaggio verso i Mondiali di Barcellona. Desidero nuotare sempre per vincere e cancellare la delusione dei Giochi di Londra”, dove il secondo tempo delle semifinale di 59″44 gli sarebbe valso il bronzo ed invece è finito settimo. Sempre sul podio in vasca lunga e corta di mondiali ed europei dalla primavera del 2010, Scozzoli continua il miglioramento stagionale partito coi quattro ori e un bronzo nelle tre tappe di Coppa del mondo di Stoccolma, Mosca e Berlino, dove è partito dal 58″55 e giunto al 57″61. Nel mirino il record italiano di 57″01 gommato timbrato agli euroindoor di Istanbul (quarto) e il 57″13, suo personal best in tessuto con cui conquistò l’argento ai mondiali di Dubai nel dicembre 2010.

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.


 mondosalento.com