header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Vibo Valentia: Operazione Business cars – Sequestrati beni per 5 milioni di euro

Oggi, i finanzieri del Comando Provinciale di Vibo Valentia unitamente ai carabinieri del Comando Provinciale alla stessa sede, in esecuzione di un decreto emesso dal locale tribunale – sezione misure di prevenzione, hanno sottoposto a sequestro beni mobili, immobili, attivita’ commerciali e conti correnti bancari per un valore stimato in 5 milioni di euro riconducibili a tassone giovanni battista (cl. 55) e mancuso teresa (cl. 68).

Contestualmente hanno notificato al soggetto la proposta di applicazione della misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno per anni 5.

Il provvedimento ablativo trae origine da un’attività investigativa – denominata operazione “business cars” condotta dal Nucleo Polizia Tributaria di Vibo Valentia  e dalla sezione Polizia Giudiziaria aliquota carabinieri presso il Tribunale di Vibo Valentia  su delega della Procura della Repubblica di questa città  nel corso della quale, gia’ nel novembre del 2011 e nel maggio di quest’anno, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare e di un decreto di sequestro preventivo erano stati tratti in arresto 10 soggetti per i reati di usura, estrosione, minacce e rapina nonche’ sottoposti a sequestro:  tre appartamenti, sette magazzini commerciali, un terreno, un supermercato e un ingrosso alimentari, tutti siti nel comune di soriano calabro (VV), quattro autovetture, di cui due di lusso, denaro contante il tutto per un valore commerciale di 4.500.000 di euro, tutti riconducibili ai coniugi tassone/mancuso.

Il nuovo sequestro pone il vincolo oltre che a tutti i beni mobili, immobili e attività commerciali già precedentemente sequestrati, anche su un appartamento, un magazzino commerciale di 700 mq, siti nel comune di soriano, quattro autovetture e numerosi conti correnti bancari e postali, intestati a tutti i componenti il nucleo familiare tassone/mancuso, il tutto per un valore complessivo di 5 milioni di euro.

In particolare all’interno di un locale commerciale sito nel comune di soriano calabro i Carabinieri e la Guardia di Finanza hanno rinvenuto un “rifugio bunker” sotterraneo, costituito da un corridoio e da una stanza, il cui accesso era abilmente occultato da una parete in cartongesso, finemente tinteggiata, all’occorrenza facilmente rimovibile.

Le attività investigative in essere, in relazione alla vigente normativa antimafia, hanno consentito di individuare una condotta illegale mediante la quale il soggetto aveva attribuito, fittiziamente, ad altri la titolarità e/o la disponibilità di propri beni, al fine di eludere le disposizioni di legge in materia di prevenzione patrimoniale.

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.


 mondosalento.com