header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Ufficializzato il patto di gemellaggio tra Macerata e la città cinese di Taicang

Il Sindaco Carancini: “Grande soddisfazione per la città di padre Matteo Ricci”.

Formalizzato ufficialmente il patto di gemellaggio tra Macerata e Taicang, le due realtà unite fin dal 2016 da un protocollo di intenti e di collaborazione, che rappresenta una naturale prosecuzione dei rapporti tra i due Paesi  che in questi ultimi quattro anni hanno consolidato il “ponte” fra Oriente e Occidente gettato quattrocento anni fa dal gesuita maceratese padre Matteo Ricci che va a rafforzare il legame che esiste con la Cina attraverso lo sviluppo e la promozione di attività di scambio nei settori dello sport, della cultura, del turismo e dell’economia.

L’ufficialità del patto di gemellaggio, approvato dal Consiglio comunale e dopo l’iter burocratico previsto dalla legge 131/2013,  è arrivata dal Ministero per gli Affari Regionali e le Autonomie presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri che ha rilevato la corretta formulazione del documento e lo ha comunicato, oltre che al Comune di Macerata, anche al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, alla Presidenza della Regione Marche e al Dipartimento per gli Affari Regionali e le Autonomie.

Queste le parole del sindaco Romano Carancini: “È grande la soddisfazione per dato alla città di padre Matteo Ricci un gemellaggio con Taicang, grande e bella città della Cina. È il risultato di una cooperazione stretta e anche di un’amicizia con i sindaci di Taicang che ho incontrato in questi anni. Sento necessario ringraziare a nome della città di Macerata Shen Mi, Gu Xiaodong , Gu Jiankang, Zhao Jianchu, Wei Guoling, e l’attuale sindaco che ha firmato il patto Wang Xingyuan, e i tanti amici e amiche cinesi con cui in questi anni abbiamo costruito un ponte così importante, un’amicizia che è stata rafforzata anche dalla donazione di mascherine da parte della città di Taicang nel momento più difficile della drammatica pandemia. Il ringraziamento speciale va a Sue Su, che con passione e grande generosità ha tessuto le relazioni tra le due città. Ringrazio quanti nel Consiglio Comunale di Macerata hanno votato positivamente questo gemellaggio, sapendo di valorizzare con esso la città di Macerata e la sua antica storia di relazioni strette con l’Oriente.Con questa storica decisione la nostra Città e Taicang onorano insieme anche l’anniversario dei 50 anni dalla apertura delle relazioni diplomatiche tra Italia e Cina, appuntamento atteso con grande entusiasmo dai Presidenti delle due Repubbliche Mattarella e Xi Jinping,i cui festeggiamenti sono stati fermati solo dalla vicenda pandemica. Che il primo gemellaggio tra Città dei due paesi in questo storico anniversario veda protagonista Macerata, la città di padre Matteo Ricci, lo considero un segno di continuità dell’opera del gesuita e umanista maceratese.”

La definizione del gemellaggio tra il Comune di Macerata e la Città di Taicang assume un significato ancora maggiore, infatti, alla luce del  fatto che costituisce la prima sottoscrizione di Patto di Gemellaggio del 2020, anno dedicato alle celebrazioni del 50° anniversario delle relazioni diplomatiche tra Italia e Cina,  con l’obiettivo anche di instaurare relazioni dirette tra popoli, reciproca conoscenza e collaborazione su più livelli, anche attraverso i vincoli permanenti di fraternità e cooperazione solidale fondati sulla sottoscrizione di un atto solenne da parte dei rappresentanti delle rispettive Municipalità.

L’ufficialità del patto di gemellaggio sancisce un importante e ricco percorso di amicizia intrapreso dalle due città che in questi quattro anni  ha visto le visite ufficiali dei Sindaci delle rispettive Municipalità in occasione della firma degli accordi e di incontri istituzionali. Il primo passo ufficiale è stata la firma del patto d’amicizia il 28 gennaio 2016 a Taicang sottoscritto dal vicesindaco di Macerata Stefania Monteverde e dal vicesindaco di Taicang Lu Yan  e rinnovata a Macerata a febbraio del 2016 dal sindaco Romano Carancini e dal sindaco di Taicang Shen Mi.

“Questo gemellaggio è molto di più di un patto ufficiale. Già in quattro anni ha fatto nascere una fitta rete di scambi tra cittadini delle due città, in particolare i ragazzi e le ragazze delle scuole che hanno potuto fare esperienze significative di amicizia e di conoscenza per una crescita aperta al mondo e alla fiducia nella pluralità delle culture, nello stile dei grandi orientalisti maceratesi da padre Matteo Ricci e Giuseppe Tucci che hanno aperte strade che ancora oggi percorriamo,” sottolinea l’assessora alla cultura Stefania Monteverde che, insieme all’assessora  alle attività produttive Paola Casoni e all’assessore allo sport Alferio Canesin, ha coordinato molti dei progetti nati.

Il ponte di amicizia è stato ideato e curato da Sue Su, cittadina di Taicang, e dal maceratese Dario Marcolini, dell’associazione Via Soccer, che in collaborazione con il governo di Taicang e per amicizia con la città di Macerata, animano le relazioni con tanti progetti di collaborazione tra i due territori.

Anche Sue  Su ha espresso la sua soddisfazione: “Siamo molto contenti di questo risultato ottenuto dopo quattro anni di lavoro e tanti progetti e scambi con l l’Amministrazione di Macerata grazie alla visione del sindaco Carancini il quale è riuscito ad intravedere un progetto che porterà grandi benefici alla comunità maceratese negli anni. Questo è solo il primo risultato di una lunga serie.”

L’amicizia in questi anni è cresciuta attraverso una ricca rete di relazioni e progetti che hanno visto viaggiare tra Macerata e Taicang oltre 700 persone e la pianificazione di una serie di progetti tra cui la promozione delle eccellenze maceratesi nel mercato cinese, l’allestimento di uno spazio “Made in Macerata” all’interno del Trade Centre inaugurato a Taicang nell’aprile del 2017 per l’esposizione e la vendita delle eccellenze della manifattura e dell’enogastronomia locale maceratese. Importanti anche gli scambi scolastici delle scuole sia di Macerata che della sua provincia, con esperienze di corrispondenza a distanza e successivi viaggi di istruzione, attività didattico-formative nei settori delle lingue, dell’arte, dello sport, delle scienze e della robotica, dell’agroalimentare, dei settori tecnici, professionali e alberghiero, la visita dei luoghi, esperienze in famiglia, conoscenza di tradizioni, arti e civiltà.

Sul fronte sportivo, dal 2016 a oggi, sono stati organizzati scambi e stage tra scuole-calcio e nel 2019 un evento di carattere internazionale a Macerata in occasione dell’inaugurazione del Torneo Nando Cleti alla presenza dei rappresentanti dell’ambasciata cinese a Roma.

Ma l’amicizia tra Macerata e Taicang ha riguardato anche lo scambio artistico-culturale tra i principali gruppi tradizionali delle due città che ha visto la migliore formazione di Kung Fu di Taicang al Macerata Opera Festival nel 2017 e Li Pistacoppi partecipare al Festival della Cultura Italiana 2018 a Taicang.

E ancora, il programma di promozione turistica “Tour dell’Amicizia Macerata-Taicang” per l’organizzazione di gruppi di turisti maceratesi alla volta della città di Taicang e viceversa, e la  sottoscrizione a Taicang di un memorandum programmatico per  definire gli obiettivi presenti e futuri di cooperazione negli ambiti dell’istruzione, dell’economia agricola, industriale e turistica, dello sport, dei festival cittadini di tradizioni, delle attività multimediali di promozione, dell’edilizia urbana con particolare attenzione alla sostenibilità ambientale, oltre a  un accordo di collaborazione professionale tra l’Ordine degli Architetti di Macerata e l’Associazione degli Architetti di Taicang per la promozione dello scambio di professionalità nei settori dell’edilizia e dell’architettura urbane, con particolare attenzione alla sostenibilità ambientale, alla progettazione delle vie di comunicazione, alla preservazione dell’identità storica e all’innovazione negli spazi pubblici e un progetto di collaborazione tra il Circolo fotografico della Provincia di Macerata e l’Associazione fotografi di Taicang.

Molto importante anche l’organizzazione dei festival cittadini “Macerata Taicang Festival”, che si sono svolti nella prima edizione sia a Taicang che a Macerata, per promuovere l’amicizia tra le due città e la conoscenza delle rispettive culture e tradizioni. Tra i progetti che si stanno attivando c’è la proficua collaborazione tra l’Accademia di Belle Arti di Macerata e l’Università di Taicang per progetti accademici di design artistico e ambientale.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta utilizzando il modulo in fondo. Il trackback non è attualmente abilitato.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento

Devi eseguire il login per inviare un commento.


 mondosalento.com