header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

PROSSIMA VISITA DELL’ARCIVESCOVO DI CANTERBURY AL PAPA

(VIS). In un Comunicato reso pubblico questa mattina il Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani ha reso noto che il 14 giugno prossimo, l’Arcivescovo di Canterbury, Sua Grazia Justin Welby, sarà a Roma per rendere visita a Papa Francesco.

“Questa visita è un’opportunità per l’Arcivescovo e per Papa Francesco di esaminare lo stato attuale delle relazioni tra la Chiesa cattolica e la Comunione Anglicana. In particolare, l’interesse manifestato dall’Arcivescovo Welby per la giustizia nel mondo e per la necessità di un ordinamento etico dei mercati finanziari per evitarne l’oppressione esercitata sugli individui trova un’eco corrispondente nel costante insegnamento del Santo Padre. Dal tempo della sua esperienza di dirigente nell’industria petrolifera, l’Arcivescovo Welby ha posto una forte enfasi sulla riconciliazione ed ha continuato ad impegnarsi a favore della risoluzione dei conflitti all’interno della Chiesa e della società. Anche questo ricorda l’appello lanciato da Papa Francesco per la costruzione di ponti tra i popoli di tutte le nazioni, affinché essi non si percepiscano come rivali o come una minaccia, ma si vedano come fratelli e sorelle”.

“Anglicani e cattolici devono lavorare insieme per fornire alla società un chiaro orientamento morale. L’Arcivescovo Welby ha collaborato strettamente con l’Arcivescovo cattolico di Westminster, S.E. Monsignor Vincent Nichols, per difendere il matrimonio ed altri valori cristiani nella società. È un segno delle loro buone relazioni il fatto che S.E. Monsignor Nichols accompagni l’Arcivescovo di Canterbury in questa visita”.

“A seguito dell’udienza papale e dei rispettivi discorsi, avrà luogo un breve servizio liturgico a mezzogiorno, presieduto dal Santo Padre e dall’Arcivescovo di Canterbury. Prima, nel corso della mattinata, dietro sua richiesta particolare, l’Arcivescovo visiterà gli Scavi sotto la Basilica di San Pietro per pregare presso la tomba del Santo, come aveva fatto il suo predecessore, Sua Grazia Rowan Williams, durante la sua prima visita a Roma. L’Arcivescovo ha anche espresso il desiderio di raccogliersi in preghiera davanti alla tomba del Beato Papa Giovanni Paolo II. In seguito, sarà ricevuto presso il Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani dal Cardinale Kurt Koch, il quale gli illustrerà il lavoro del Dicastero” .

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.


 mondosalento.com