header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Macerata: Grand Tour Cultura 2020, le erbe spontanee protagoniste all’Ecomuseo, Villa lauri e Biblioteca Mozzi Borgetti

Anche quest’anno l’assessorato alla Cultura della Regione Marche, la Fondazione Marche Cultura e MAB Marche (Coordinamento marchigiano Musei Archivi e Biblioteche) propongono al pubblico il Grand Tour Cultura, un viaggio nello spazio e nel tempo alla scoperta del nostro patrimonio culturale.

  Il tema di questa edizione “Passato futuro” è volto alla riscoperta della storia e delle tradizioni artigianali tipiche del nostro territorio. I luoghi della cultura diventeranno uno spazio dove tradizione e innovazione, antiche tecniche artigianali e nuove tecnologie si intrecceranno, permettendo un costruttivo dialogo tra generazioni e fornendo numerosi spunti di riflessione su passato, presente e futuro del territorio.

 L’ Ecomuseo delle Case di Terra Villa Ficana, che fa parte della rete Macerata Musei, su iniziativa dell’assessorato alla Cultura del Comune di Macerata  partecipa al Gran Tour con il progetto “Erbario cittadino: leggende, storie, uso e proprietà delle erbe spontanee” declinato in una serie di laboratori, incontri ed eventi per scoprire e riscoprire la tradizione delle erbe spontanee nella cultura locale.

  Per millenni le erbe selvatiche sono state la principale risorsa alimentare per le popolazioni che hanno saputo sfruttare tutte le proprietà alimentari e mediche intrinseche delle erbe stesse. Le erbe spontanee rappresentano un patrimonio di conoscenza che spazia tra leggenda, cucina e medicina. Il progetto “Erbario Cittadino” vuole essere un percorso urbano alla scoperta di alcuni luoghi della città attraverso una narrazione partecipata, un racconto corale in movimento con un unico filo conduttore: erbe spontanee ed erbe aromatiche tra tavola e salute, scienza e credenze, storia, tradizione popolare, innovazione.

  “L’Ecomuseo di Villa Ficana – afferma l’assessore alla Cultura Stefania Monteverde –  conferma la sua importanza come centro culturale e creativo, fonte di documentazione sulla cultura locale, in rete con i musei, la biblioteca e altre associazioni,  è un quartiere di spinta per la crescita culturale della città!”.

Il programma degli eventi prevede un percorso di quattro appuntamenti raccolti sotto il titolo “Erboristeria urbana – alla scoperta delle erbe spontanee in città” a cura della dottoressa Chiara Maracci.

Nello specifico sabato 22 febbraio, dalle 15.30 alle 17.30, all’Ecomuseo è previsto un incontro  durante il quale verrà fatta un’introduzione all’erboristeria,  seguiranno la preparazione di sciroppo, tintura, tisana e la spiegazione delle erbe contenute nella tisana.

  Sabato 29 febbraio (ore 15.30/17.30) in programma la preparazione di oleolito, unguento, tisana e spiegazione delle erbe contenute nella tisana.

  Il 7 marzo (ore 15.30/16.30) storia del Borgo Villa Ficana e riconoscimento erbe, raccolta gemme, preparazione gemmo derivato, tisana e spiegazione delle erbe contenute nella tisana mentre il 14 marzo (ore 15.30/16.30) si cambia location e si va al Parco di Villa Lauri dove verrà raccontata la storia dell’area verde ed effettuato il riconoscimento delle erbe e poi preparazione unguento, tisana e spiegazione delle erbe.

Per partecipare è previsto un contributo di 15 euro a persona (comprensivo di bicchiere riutilizzabile in bambù) – prenotazione obbligatoria all’indirizzo e – mail museovillaficana@gmail.com .

Dal 2 al 14 marzo, grazie all’importante collaborazione con la Biblioteca Mozzi Borgetti che contribuisce all’iniziativa mettendo a disposizione il suo patrimonio librario dedicato alla botanica, nei locali di piazza Vittorio Veneto, è stata organizzata l’esposizione di erbari “La botanica nelle antiche carte”  visitabile, con ingresso libero, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18.30, il sabato dalle 9 alle 13.

“Erbe selvatiche nella tradizione contadina: riti, rimedi, gastronomia”  è invece il titolo dell’incontro e della degustazione a tema, sempre a ingresso libero, a cura di Letizia Carducci di Identità Contadine che si terrà 1° marzo al centro visite dell’Ecomuseo Villa Ficana.

  L’ultimo appuntamento, previsto per giovedì 5 marzo (16.30 – 18),  alla sala Castiglioni della Mozzi Borgetti, a ingresso libero, si intitola “Il divino verdeggiare di Ildegarda”, incontro sulla figura di Ildegarda a cura di Lucia Tancredi.

 Gli eventi sono organizzati dall’assessorato alla Cultura del Comune di Macerata, Ecomuseo delle Case di Terra Villa Ficana,  Biblioteca Mozzi Borgetti, Macerata Musei e Identità Contadine

Info: www.ecomuseoficana.it , Facebook @EcomuseoVillaFicana .

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.