header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

La produzione di eventi e spettacolo in Puglia diviene sempre più accessibile

La Fondazione Fitzcarraldo presenta a Lecce il Manifesto della Cultura Accessibile Esperienze pugliesi di progetti culturali accessibili 

Lunedì 4 giugno torna a Lecce Artlab, con un appuntamento che anticipa l’edizione 2012, che si terrà dal 22 al 29 settembre. Un appuntamento dedicato ad un tema molto caro alla manifestazione, l’accessibilità.

Lunedì 4 giugno presso la Sala Grottesca del Rettorato dell’Università degli Studi di Lecce alle ore 10.00 verrà presentato il Manifesto della Cultura Accessibile a tutti, al quale si è giunti anche grazie alla grande risposta del territorio pugliese.

Lo scorso anno, infatti, durante il seminario “L’invasione degli altri corpi“ è stata presentata una bozza del Manifesto, originariamente promosso ed elaborato dal Tavolo Culturaccessibile del Piemonte. Molti gli operatori culturali pugliesi che lo hanno accolto con entusiasmo impegnandosi ad integrare il tema dell’accessibilità nei loro progetti e che nell’incontro di lunedì racconteranno la propria esperienza: il Festival Soundmaker, che racconterà come rendere accessibile la sua programmazione; l’Associazione Sfida che da anni conduce le sue battaglie per l’integrazione delle persone disabili anche nel settore culturale; i Cantieri Teatrali Koreja, che l’anno scorso hanno realizzato lo spettacolo “Iancu“ con traduzione in LIS – Lingua Italiana dei Segni; Tonio De Nitto e la compagnia Factory nella realizzazione di uno spettacolo con artisti che hanno disabilità; Michela Bidetti, che con Tactile Vision si sta occupando di percorsi accessibili nel progetto del Campeggio Fattizze; Luigi Santoro che all’Università del Salento si occupa di integrazione e disabilità.

La grande risposta che è arrivata nel corso dell’anno dagli operatori culturali pugliesi dimostra ancora una volta il valore artistico e la sensibilità di un settore che punta sempre più a diventare motore di crescita e di identità locale e regionale.

In Italia le persone con disabilità sono più di 2 milioni e 600 mila. Riconoscere a questo pubblico il pieno accesso ai luoghi di arte e cultura deve divenire un obiettivo prioritario. Dal 2010 ArtLab si occupa di cultura accessibile promuovendo dibattiti, seminari e laboratori che forniscono informazioni e strumenti di base volti a rendere accessibili i contenuti delle programmazioni culturali e artistiche alle persone con disabilità fisica, sensoriale e cognitiva. Il Manifesto costituisce un importante passo verso questo obiettivo così come indicato nelle considerazioni finali dello stesso che riportiamo:

I principi esposti esprimono l’impegno verso una cultura sempre più accessibile a tutti – quindi anche alle persone con disabilità – che ogni responsabile di eventi culturali e di spazi culturali, operatore culturale, operatore teatrale e dello spettacolo dal vivo, artista, musicista, amministratore pubblico e privato e chiunque sostenga e finanzi, a vario titolo, il settore culturale, deve cominciare a prendersi.

I promotori del manifesto auspicano che il documento venga sottoscritto e adottato da altri soggetti, per una maggiore estensione e diffusione a tutto il settore culturale e alle diverse professionalità che ne fanno parte.

Gli estensori del manifesto si impegnano a promuovere la realizzazione di studi, ricerche, sperimentazioni e attività orientate a conseguire l’accessibilità, per qualsiasi persona, agli eventi culturali e ai luoghi della cultura o di interesse culturale.

Si impegnano altresì a sollecitare il rispetto delle normative esistenti e a promuoverne ulteriori approfondimenti.

La Sala Grottesca del Rettorato è assolutamente accessibile e l’incontro avrà una traduzione in LIS, i materiali saranno anche Braille e stampato per dislessici.

All’incontro interverranno: Ugo Bacchella, Fondazione Fitzcarraldo, Michela Bidetti, Tactile Vision per il Progetto Fattizze, Tonio De Nitto, Factory Compagnia Transadriatica, Gian Maria Greco, Festival Soundmaker, Luigi Mangia, SFIDA, Luigi Santoro, Università del Salento, Franco Ungaro, Cantieri Teatrali Koreja.

Partner Artlab 12 sono: Acri, AIB, Confindustria – Commissione Cultura, Confcommercio Lecce,  Fondazione Symbola,  Slow Food Italia,  Teatro Pubblico Pugliese,  Struttura Consulting, Ramdom, Scuola Holden.

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.


 mondosalento.com