header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Distribuzione moderna nel primo semestre: vendite Megamark (+1,79%) in controtendenza rispetto al settore (- 5%)

Accordo di master franchising per sviluppare la rete commerciale in Campania e in adozione sistema di fatturazione elettronica per risparmiare il 60% dei costi di stampa.

 Una crescita delle vendite nel primo semestre del 2013 dell’1,79% in Puglia, Campania, Molise, Calabria e Basilicata nei punti vendita Dok, A&O, Famila e Iperfamila serviti dalla Megamark di Trani, a fronte di un calo medio del settore nelle stesse regioni del 5% circa (dati Like4like di Nielsen).

I dati in controtendenza del gruppo leader nella distribuzione moderna del Mezzogiorno si erano già evidenziati nel 2012 quando, a fronte di un calo di fatturato del settore del 5% rispetto al 2011, i supermercati e ipermercati di Megamark avevano registrato una contrazione solo dell’1%.

La rete commerciale Megamark era costituita al 31 dicembre 2012 da 114 punti vendita diretti e 234 affiliati; con la propria rete vendita il Gruppo ha realizzato nel 2012 vendite pari a 514 milioni, mentre gli affiliati hanno sviluppato   vendite al pubblico di circa 385 milioni, per un totale che ha sfiorato i 900 milioni di euro. Considerando tutte le attività a supporto della vendita al dettaglio, i dipendenti diretti nel 2012 sono stati mediamente circa 2.400.

Novità sullo sviluppo della rete commerciale di Megamark in Campania: è stato perfezionato un accordo di master franchising con il gruppo campano della distribuzione moderna che fa capo alla famiglia Apuzzo (proprietaria di 21 supermercati Sunrise). I due gruppi hanno costituito la Due Mari Srl, società alla quale sono stati dati in concessione i marchi Sunrise, Dok e A&O con l’obiettivo di sviluppare sul territorio campano la rete commerciale con queste tre insegne. I 21 supermercati Sunrise della famiglia Apuzzo, rientrati nel perimetro dell’accordo e che dal corrente mese di luglio vengono serviti da Megamark, hanno realizzato nel 2012 circa 70 milioni di euro al dettaglio.

«Oggi < spiega Giovanni Pomarico, Presidente del  Gruppo > il cliente è sempre più informato e in grado di valutare con attenzione caratteristiche, qualità e prezzi dei prodotti. I clienti ci premiano perché riusciamo a mantenere un rapporto qualità-prezzo difficilmente riscontrabile altrove, per il costante miglioramento dei prodotti freschi, per l’atmosfera familiare che vivono nei punti vendita e per la convenienza della nostra marca privata ‘Selex’ che ci consente di offrire prodotti di un livello qualitativo medio alto con una convenienza a livello dei discount».

L’elevato rapporto qualità-prezzo è reso possibile dall’impegno del Gruppo nell’ottimizzare i costi di gestione potendo così ribaltare i risparmi conseguiti sui prezzi dei prodotti; è proprio di questi giorni l’avvio del progetto ‘Fatturazione elettronica Paper Less’ che mira, nel breve periodo, a eliminare la documentazione cartacea in tutte le fasi degli ordini e delle spedizioni, con valenza sia fiscale che gestionale. Il nuovo sistema di fatturazione elettronica, oltre a tutelare l’ambiente con un notevole risparmio di carta e di emissioni di CO2, consentirà un risparmio sui costi di stampa del 60% circa.

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.


 mondosalento.com