header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Dal furto al riciclaggio, 10 arresti a Bari

Fermato un gruppo criminale specializzato in furti in appartamenti, ricettazione di oggetti preziosi e   riciclaggio. Sono 10 le persone finite in manette alla fine delle indagini da parte della Squadra mobile e dalla polizia stradale di Bari.

Nelle prime ore di questa mattina gli uomini del Compartimento polizia stradale per la Puglia, insieme a quelli della Squadra mobile di Bari, hanno   arrestato 10 persone di cui 4 georgiani e  6  baresi.

L’attività investigativa, iniziata nella primavera dello scorso anno, ha reso possibile identificare i componenti della banda e stabilire il   ruolo di ognuno di loro.

In particolare i georgiani erano quelli che facevano i furti: tra novembre 2011 e febbraio 2012 sono state svariate le azioni criminali commesse   nelle province di Bari, Campobasso e Foggia.

L’architettura organizzativa prevedeva due gruppi di ricettatori di secondo livello che acquistavano i preziosi dagli autori dei furti.

Uno faceva capo ad una donna che, aiutata dal figlio, rivendeva la merce ad alcuni negozianti di Bari  e di Marcianise, vicino Caserta.

La seconda banda di ricettatori, rifornita direttamente dai quattro ladri, era costituita da una cittadina originaria del Montenegro da tempo   residente a Bari, e da un barese che, a sua volta, commercializzava i preziosi con riciclatori di Torre del Greco (Na).

Sono stati diversi gli episodi che hanno portato gli investigatori della polizia a chiudere il cerchio sulla banda.

Il 20 dicembre scorso sorprendevano il quartetto georgiano mentre tentava di entrare in un appartamento di Bisceglie riuscendone ad arrestare due,   scarcerati poco dopo.

A gennaio invece ne venivano arrestati tre sorpresi durante un furto in abitazione;

A febbraio veniva fermato in autostrada uno degli italiani  mentre si dirigeva verso Napoli  avendo con se due chili di preziosi tra orecchini,   anelli, collane e braccialetti in oro, ed alcuni giorni dopo i poliziotti individuavano due pregiudicati di Torre del Greco come i destinatari   della merce rubata.

Sempre a febbraio in occasione di una perquisizione nell’abitazione della donna montenegrina gli agenti trovavano numerosi anelli d’oro di illecita   provenienza e capi d’abbigliamento frutto di un furto ai danni di un autotrasportatore.

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.


 mondosalento.com