header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Como: Litigano viene arrestato

Sono le 23.00 circa di giovedì 13 giugno quando, su direttiva della Sala Operativa, un equipaggio delle Volanti viene inviato presso via Grossi ove è in corso una lite, per futili motivi, tra moglie e marito, quest’ultimo sottoposto a regime di detenzione domiciliare.
Giunti sul posto, e preso contatto con la donna, gli agenti vengono a conoscenza di quanto sta accadendo.
Il Sig. I.B. (del 73), marito della richiedente l’intervento, è andato in escandescenze, per non si sa bene quale motivo, tanto da farle decidere di andarsene di casa ed ora l’uomo, preso da un ennesimo scatto d’ira, sta scagliando delle bottiglie di vetro dal balcone del proprio appartamento.
Mentre la Sig.ra M.C. (del 67) si addentra nel racconto di quanto accaduto, gli intervenuti, notano una vettura dirigersi verso di loro alla guida della quale, la donna, riconosce  il marito.
Gli operatori intimano l’alt ma l’uomo, invece di rallentare la marcia, punta il gruppetto obbligandoli ad uno scatto repentino per evitare di essere investiti.
Subito postisi all’inseguimento del fuggitivo riescono a fermarlo a bloccarlo in via Santo Garovaglio, ove giunge una seconda Volante che coadiuva i colleghi a rendere inoffensivo l’uomo, il quale aggressivo, minaccioso e sempre più arrabbiato procura, a tutti e quattro gli intervenuti, contusioni e traumi guaribili in 5 giorni.
Il Sig. I.B. accompagnato in Questura continua con la propria condotta violenta e brutale proferendo frasi offensive e minacciose all’indirizzo di chiunque venga in contatto con esso.
Gli agenti, per calmare l’uomo, richiedono l’intervento di personale medico il quale, non potendo operare in ambiente non attrezzato per la situazione, trasporta l’arrestato presso il pronto soccorso dell’Ospedale S. Anna dove, l’uomo, continua con gli atteggiamenti aggressivi ed intimidatori.
Dopo essere stato visitato dai medici viene trattenuto e quindi ricoverato.
Attualmente si trova ancora presso la struttura Ospedaliera S. Anna ove è in stato di arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale, oltraggio, lesioni ed evasione dagli arresti domiciliari.

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.


 mondosalento.com