header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Alla Selezione Internazionale Vini da Pesce, Puglia superstar!

Terminate le fasi di degustazione, svoltesi nella suggestiva ambientazione della Riviera del Cònero, la giuria della seconda edizione della Selezione Internazionale dei Vini da Pesce ha emesso un verdetto che registra uno strepitoso trionfo per la Puglia del vino!

È infatti la CASTELLO MONACI srl di Salice Salentino (LE) ad aggiudicarsi il “Calice Dorico”, premio speciale assegnato all’azienda che raggiunge il miglior risultato in assoluto. I vini che ne hanno decretato il successo, nella classifica del prestigioso trofeo che valuta le performances complessivamente ottenute dalle etichette del produttore, sono due Chardonnay IGT ed un Negroamaro rosato.

Nel corso di tre giorni, i componenti della giuria internazionale hanno valutato 543 dei 565 campioni presentati, provenienti da 259 aziende in rappresentanza di 19 regioni italiane ed 8 nazioni estere: Albania, Austria, Francia, Germania, Grecia, Portogallo, Slovenia ed Ucraina.

In totale sono quattro le medaglie conquistate dai vini pugliesi: tre d’argento ed una d’oro. Gli argenti sono andati al Salice Salentino DOC Bianco “Anna Maria Cecilia” 2012 de La Vigna dei Baroni Martucci di Squinzano (LE) e, ex-aequo nella categoria “vini bianchi secchi tranquilli a indicazione geografica”, al Puglia IGP Malcasia “Malache” 2012 della Cantina Sociale di Barletta (BT) ed al Salento IGT Chardonnay “Simera” 2012 della Castello Monaci, la quale si è aggiudicata anche un oro, nella categoria riservata ai “vini bianchi secchi tranquilli a indicazione geografica elaborati in barrique o comunque affinati in legno”, con il Salento IGT Chardonnay “Chara” 2012.

A sublimare il risultato di squadra della compagine pugliese, ben 24 diplomi di merito, assegnati ai vini che hanno conseguito il punteggio complessivo di almeno 80 centesimi, corrispondenti all’aggettivazione “ottimo” in base al metodo di valutazione dell’Union Internationale des Oenologues.

Nelle 10 categorie in gara sono stati premiati, con 37 medaglie e 384 diplomi, ben 421 vini, pari al 77% di tutti quelli presentati. Un dato che esprime la crescita qualitativa del comparto, se paragonato al 67% della precedente edizione.

Complessivamente sono 10 le regioni italiane che hanno guadagnato almeno una medaglia: Abruzzo, Basilicata, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Trentino e Veneto. Per quanto riguarda l’estero, doppia medaglia d’oro per i vini tedeschi, mentre le altre nazioni in gara debbono accontentarsi dei diplomi di merito.

In una fase nella quale l’export vinicolo italiano fa segnare un lusinghiero +7%, mitigando la frenata del mercato interno, l’eccellente performance dei vini italiani alla Selezione Internazionale dei Vini da Pesce è un dato che lascia ben sperare per il futuro del comparto e per la bilancia commerciale del nostro Paese.

Il Comitato Organizzatore – composto da Regione Marche, Camera di Commercio di Ancona, dalla sua azienda speciale per l’internazionalizzazione Marchet e da I.M.T.-Istituto Marchigiano Tutela Vini – è già al lavoro per orchestrare al meglio la premiazione, in programma il 22 giugno alla Marina Dorica di Ancona, nell’ambito del Campionato Mondiale di Vela d’Altura.

Ad oggi la Selezione è l’unico unico concorso internazionale riservato a vini bianchi, rosati e spumanti di qualità, tra quelli che godono dell’approvazione del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Un’indubbia occasione di confronto e visibilità per i produttori italiani che intendono competere sui mercati internazionali.

Nessun Commento


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.


 mondosalento.com