header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Antonello Venditti in concerto il 30 dicembre a Otranto

Ore 21.00 – Largo Porta Terra

La Città di Otranto, nella ventesima edizione dell’Alba dei Popoli, è lieta di ospitare un artista di grande fama che si esibirà sul palco di una delle kermesse più rappresentative del capodanno pugliese: Antonello Venditti in concerto il 30 dicembre.

Considerato fra i più popolari e tra i più prolifici della cosiddetta Scuola Romana, dal 1972, anno del suo debutto discografico, ha condensato nel suo repertorio canzoni d’amore e d’impegno sociale. E’ uno tra gli artisti italiani con il maggior numero di dischi venduti.

Antonello Venditti si esibirà nella suggestiva piazza di Otranto proponendo i suoi più grandi successi. 50 anni di carriera, 50 anni di emozioni che hanno coinvolto diverse generazioni. Un repertorio sempre attuale che ha caratterizzato la storia di molti di noi.

Antonello Venditti, in quasi cinquant’anni di carriera, ha emozionato generazioni di appassionati mettendo in musica i suoi sentimenti e l’amore, tematiche sociali e culturali.
Il cantautore presenterà in una versione unplugged le sue più importanti canzoni, ripercorrendo tutta la sua incredibile carriera.

Ed è un piacere accogliere un artista di questo calibro proprio nella ventesima edizione dell’Alba dei Popoli, manifestazione storica inserita nella programmazione “Luce d’Oriente”: 20 edizioni di musica, arte, appuntamenti culturali, spettacoli. Una rassegna organizzata dal Comune di Otranto che pone l’accento su Otranto come luogo simbolo del Mediterraneo, crocevia di culture, intreccio di etnie. Una kermesse che prende spunto dalla forza simbolica esercitata dal primo sorriso del sole del nuovo anno all’Italia. La luce che giunge dall’Oriente illumina per prima proprio la cittadina salentina posta nel punto più ad Est d’Italia.

Una manifestazione divenuta simbolo del Capodanno in Puglia e non solo. In tantissimi, infatti, scelgono ogni anno Otranto per festeggiare l’anno nuovo.

La manifestazione, sin dalla sua prima edizione nel 1999, ha visto la presenza di numerosi artisti di fama internazionale: Goran Bregovic, Franco Battiato, Eugenio ed Edoardo Bennato, Nicola Piovani, Lou Reed, Pino Daniele, Mario Biondi, Roy Paci, Avion Travel, Giuliano Palma, Nina Zilli, Stadio, Roberto Vecchioni, Max Gazzè, Alex Britti, Luca Carboni, Fiorella Mannoia, Vinicio Capossela, Irene Grandi; registi tra cui Ferzan Ozpetek, Emir Kusturica, Manuel Pradal; oltre ad una lunga serie di rappresentanti istituzionali dei Paesi del Mediterraneo.

 

Antonello Venditti nasce a Roma nel quartiere Trieste. Viene avvicinato allo studio della musica giovanissimo. Dopo la maturità classica si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza all’Università La Sapienza, laureandosi in legge nel 1973. Continua gli studi prendendo anche la laurea specialistica in Filosofia del diritto.
Nel 1969 firma il suo primo contratto discografico con la It di Vincenzo Micocci. L’occasione di presentare la sua musica in pubblico arriva alla fine degli anni sessanta con la partecipazione alle attività del celebre locale romano Folkstudio, assai importante per la formazione dei giovani autori e la crescita musicale della città.
Nel 1971 Venditti debutta come autore: la It pubblica infatti il 45 giri del gruppo Le ImpressioniIl prete rosso, che sul lato B ha la canzone È la fine della vita, scritta da Venditti.
Venditti e De Gregori decidono di costituire un duo, e riescono ad ottenere un contratto con la It: il primo e unico album del duo, pubblicato nel giugno del 1972, porta l’enigmatico titolo di Theorius Campus, che è anche il nome del duo.
Micocci propone al cantautore romano la registrazione di un disco da solista, L’orso bruno, che viene pubblicato dalla It nel 1973. Passato alla casa discografica RCA e sotto la direzione artistica di Ennio Melis, Venditti realizza Le cose della vita (1973). Nello stesso anno diventa produttore di due dischi, La mia donna dell’amico Giorgio Lo Cascio e Blue morning del gruppo omonimo.

Il 1974 registra Quando verrà Natale, con la collaborazione dei Cyan, che riscuote un buon successo grazie a brani come Marta e Campo de’ fiori. Il 1975 è l’anno del suo matrimonio con Simona Izzo, e del successo di Lilly, con cui Venditti arriva al primo posto della hit-parade sia dei 33 giri che dei 45.

Il disco seguente, Ullàlla, pubblicato ad ottobre del 1976, tenta di staccarsi musicalmente dal precedente; le canzoni affrontano tematiche come il compromesso storico in Nostra signora di Lourdes, o il disastro ambientale causato dall’ICMESA di Seveso il 10 luglio del 1976 nella Canzone per Seveso.

Il produttore Michelangelo Romano gli fa firmare un nuovo contratto discografico con la Philips e registra Sotto il segno dei pesci (1978), con cui ritorna al primo posto sia nelle classifiche dei 45 giri che dei 33, e Buona Domenica (1979). Dopodichè il cantautore si prende una pausa di tre anni, interrotta solo dalla collaborazione con Luca Barbarossa.
Nel 1982 fonda una sua etichetta, la Heinz Music, distribuzione Ricordi (poi Bmg), con cui ha pubblicato negli anni ottanta: Sotto la pioggia (1982), Cuore (1984), Venditti e segreti (1986). Registra anche un live al Circo Massimo di Roma nell’ambito dei festeggiamenti del secondo scudetto giallorosso, Circo Massimo (1983), che contiene due inediti: Grazie Roma e Circo Massimo. Questo live è frutto del concerto che il cantautore ha eseguito domenica 15 maggio 1983. Nel 1984 Venditti organizza un secondo concerto al Circo Massimo per seguire la finale di Coppa dei Campioni della Roma.
Nel 1985 esce un doppio live intitolato Centocittà, con un solo inedito: Centocittà. Il video di questo brano ha come protagonista Carlo Verdone da sempre amico del cantautore e che in futuro suonerà più volte la batteria nei dischi di Venditti.
Nel 1986 compone la colonna sonora di un suo film, Troppo forte.

Nel 1988 ottiene un grande successo di vendite con l’album In questo mondo di ladri contenente la canzone omonima e altre due hit:  21 modi per dirti ti amo e Ricordati di me, che negli anni a venire sarà sempre presente nei concerti di Venditti.
È del 1991 l’album Benvenuti in Paradiso. Nel videoclip di Alta marea, diretto da Stefano Salvati, appare Angelina Jolie. A Benvenuti in Paradiso segue un lungo tour negli stadi di tutta Italia. Nel 1992 escono un doppio disco live e un video intitolati Da San Siro a Samarcanda con le registrazioni di questi concerti e l’inedito L’amore insegna agli uomini.
Nel 1995 è la volta di Prendilo tu questo frutto amaro pubblicato anche in spagnolo col titolo Cada instante. Tra le canzoni di questo album, Eroi minori, dedicata alla scorta di Giovanni Falcone. Antonello nel paese delle meraviglie è del 1997, album che rivisita con un’orchestra sinfonica, diretta da Renato Serio, alcuni dei successi di Venditti.
L’8 marzo 1999 Venditti festeggia all’università La Sapienza di Roma i suoi 50 anni: con l’occasione ritira il diploma di Laurea in Giurisprudenza, conseguita nei primi anni  ’70.
Nel 1999 esce Goodbye Novecento. Nel 2000 partecipa come ospite al Festival di Sanremo, presentato da Fabio Fazio. Esegue due brani dall’ultimo album.
Il 24 giugno 2001, in occasione della vittoria del terzo scudetto della Roma, organizza un altro concerto gratuito al Circo Massimo.

Che fantastica storia è la vita è il titolo del disco che esce nel 2003, in cui Venditti si riavvicina alle sonorità del passato e torna a cantare con Francesco De Gregori nel brano Io e mio fratello. Nel 2004 riceve il Premio Lunezia e partecipa come ospite al Premio Tenco.
Sempre nel 2004 esce Campus Live, album dal vivo, registrato durante le prove del tour negli studi di Cinecittà Campus, che contiene anche il brano inedito Addio mia bella addio.
Segue un lungo tour che dura oltre un anno. Nel novembre 2006 esce la sua antologia più completa, un cofanetto di tre CD intitolato Diamanti che rimane nella classifica dei dischi più venduti per quasi un anno vendendo oltre 250.000 copie.
Il 14 dicembre 2006, l’Accademia Belli lo premia con il riconoscimento di Accademico onorario.  Il 16 novembre 2007 esce il suo nuovo lavoro Dalla pelle al cuore, contenente nove canzoni inedite anticipato già in radio il 12 ottobre 2007 dal singolo omonimo.  Il disco comprende Tradimento e perdono, dedicata ad Agostino Di Bartolomei, ex capitano della Roma, amico di Venditti toltosi la vita con colpo di pistola al cuore il 30 maggio 1994. Il 20 gennaio 2008 viene premiato con il Telegatto di platino all’Auditorium Conciliazione di Roma e pochi giorni dopo esce su Video Italia il videoclip della canzone Indimenticabile. L’8 marzo 2008 avvia il nuovo tour Dalla pelle al cuore.
Nel 2008 è stato attribuito a Venditti il secondo Premio Laurentum intitolato ai “valori della cultura”, dal Centro Culturale Laurentum, con riferimento ai valori artistici espressi nell’anno precedente e all’impegno civile profuso in molti anni della sua carriera.
Nel febbraio del 2009 esce il doppio cd antologico Le donne, che arriva subito nelle prime posizioni delle hit parade. Il 6 ottobre 2009 viene pubblicato il suo romanzo autobiografico intitolato L’importante è che tu sia infelice.

Viene premiato alla conferenza della NIAF (tenutasi a Washington i giorni 23 e 24 ottobre 2009). Il 31 dicembre 2009 Venditti canta davanti al Colosseo per il Capodanno di Roma davanti a oltre centomila persone. Durante l’estate 2010 prende parte al Summer Music Festival.  Il 28 ottobre 2011 il singolo Unica entra in rotazione radiofonica. Il 29 novembre successivo viene pubblicato l’album omonimo.

L’8 e il 9 marzo 2012 inizia dal Palalottomatica di Roma l’Unica tour 2012, che ha visto una tappa speciale il 9 luglio all’Arena di Verona. Il 6 novembre 2012 esce nei negozi Tutto Venditti, un’antologia di tre cd con 15 brani ciascuno che ripercorrono la quarantennale carriera del cantautore. Il 22 giugno 2013 viene premiato da UNIMARCHE per alti meriti artistici, nell’ambito della manifestazione Musicultura.

Nel 2014 il cantautore romano propone un tour di 18 date intitolato 70.80 Ritorno al Futuro nel quale ripropone alcuni dei suoi pezzi più famosi degli anni ’70 e ’80.
Nell’ottobre del 2014 è insignito del premio Dante d’oro per l’opera omnia, riconosciutogli dal circolo letterario dell’Università commerciale Luigi Bocconi, Bocconi d’Inchiostro, in virtù del suo contributo al cantautorato italiano.
Il giorno del suo 66º compleanno pubblica il singolo Cosa avevi in mente come anteprima dell’album Tortuga, uscito il 21 aprile 2015. Il 5 settembre dello stesso anno è in programma un concerto che rappresenterà il ritorno allo Stadio Olimpico di Roma.  Nel giugno 2015 il cantante partecipa alla terza edizione del Coca-Cola Summer Festival con il brano Ti amo inutilmente, ottenendo una nomination per il Premio RTL 102.5 – Canzone dell’estate.
Il 5 settembre 2015 inizia il suo Tortuga Tour davanti a ventimila persone allo stadio Olimpico di Roma. Il 7 settembre 2018 esce in radio Sfiga, inedito dalle sessioni di registrazione di Sotto il Segno Dei Pesci del 1978. Il brano anticipa l’uscita, fissata al 21 settembre, di Sotto il segno dei pesci – 40º anniversario.
Il 23 settembre 2018 si esibisce all’Arena di Verona suonando per la prima volta dal vivo tutti i brani del disco Sotto il Segno dei Pesci e facendo il tutto esaurito.

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta utilizzando il modulo in fondo. Il trackback non è attualmente abilitato.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento

Devi eseguire il login per inviare un commento.


 mondosalento.com